William H. Macy

Thank you for smoking

Thank you for smoking di Jason Reitman (Usa, 2005) con Aaron Eckhart, Katie Holmes, Maria Bello, David Koechner, Rob Lowe, Robert Duvall, Cameron Bright, Adam Brody, J. K. Simmons, Sam Elliot, David Koechner, William H. Macy, Todd Louiso, Cameron Bright Qualche giorno fa ho rivisto questo film. Lo vidi per la prima volta nel 2007. Ho apprezzato ancora la straordinaria recitazione di Aaron Eckhart: quel suo sorriso perenne e sfacciato, la faccia perfetta per rappresentare un venditore di bugie professionista, l’uomo pagato per prendersi gli sputi, plagiare le menti e plasmare a suo piacimento l’opinione pubblica. Andrebbe visto anche solo […]

Sesso e potere

Sesso e potere (Wag the Dog) di Barry Levinson (USA, 1997) con Robert De Niro, Dustin Hoffman, Anne Heche, Craig T. Nelson, Woody Harrelson, Kirsten Dunst, Willie Nelson, William H. Macy, Denis Leary, Andrea Martin, John Michael Higgins, Suzie Plakson, Suzanne Cryer Nello Studio ovale il Presidente degli Stati Uniti in carica seduce una ragazza giovanissima mentre è in visita alla Casa Bianca. Che fare? Come riuscire a distrarre l’attenzione pubblica da questo scandalo sessuale 11 giorni prima delle elezioni presidenziali e scongiurare quindi il pericolo di una mancata rielezione? Facile! Basta chiamare Stanley Motss, l’esperto spin doctor che metterà […]

Bobby

Bobby di Emilio Estevez (USA, 2006) con William H. Macy, Demi Moore, Sharon Stone, Charlie Sheen, Harry Belafonte, Christian Slater, Heather Graham, Laurence Fishburne, Elijah Wood, Freddy Rodriguez, Anthony Hopkins, Helen Hunt, Lindsay Lohan, Emilio Estevez, Ashton Kutcher, Nick Cannon, Joy Bryant, Mary Elizabeth Winstead, Svetlana Metkina, Shia Labeouf, Brian Geraghty, Joshua Jackson, Gus Lynch, David Krumholtz, Jacob Vargas, Scoot McNairy, Ambientata per il 95% all’interno dell’Hotel Ambassador di Los Angeles, questa pellicola racconta l’ultimo giorno di vita del senatore Robert Francis Kennedy, detto appunto “Bobby”. Emilio Estevez non si sofferma però sul soggetto politico, cioè non mostra allo spettatore […]