Storie pazzesche

Storie pazzesche

Storie pazzesche
(Relatos salvajes)
di Damián Szifrón (Spagna, Argentina, 2014)
con Ricardo Darín, Oscar Martínez, Leonardo Sbaraglia,
Érica Rivas, Rita Cortese, Julieta Zylberberg,
Darío Grandinetti, María Onetto, Nancy Dupláa,
Osmar Núñez, María Marull, Mónica Villa, Diego Starosta,
María Laura Caccamo, Carlos Alberto Vavassori, César Bordón,
Juan Santiago Linari, Walter Donado, Cristina Blanco,
Alejandro Angelini, Germán de Silva, Diego Velázquez, Alan Daicz,
Diego Gentile, Marcelo Pozzi, Margarita Molfino

Film formato da 6 episodi.
Potrebbe essere una commedia ma non lo è. Potrebbe essere un thriller ma non lo è. Cos’è allora? Difficile dirlo. In alcuni casi la tensione sale, in altre sembra tutto una pantomima farsesca. Se si approfondisce un po’, si scopre che si tratta di una serie di storie – più o meno assurde – che hanno come minimo comune denominatore la violenza e la vendetta.
Il primo episodio, ad esempio, stappa un sorriso, ma un sorriso che dura pochissimi secondi. Poi si cade subito nella buffonata. In talune occasioni si ha proprio la sensazione di stare assistendo ad uno di quegli episodi dell’insulsa serie tv canadese “LOL :-)”, uno di quegli sketch davanti ai quali ti chiedi “Ma questa roba dovrebbe far ridere?”
Il terzo è alquanto truce: racconta dell’assurda gara tra un ricco e snob possessore di una costosa auto e un trucido con un catorcio. Una gara che finisce malissimo, con molta violenza e che (a mio personalissimo avviso) contiene persino una puntina di omofobia.
L’ultimo invece è di una banalità disarmante; cerca di creare un climax ma chiude con un finale del tutto insensato, tutt’altro che originale o degno di ciò che lo ha preceduto.
Mi stupisce che questa pellicola abbia vinto il premio Bafta nel 2016.

Prima di guardare questo film non conoscevo alcun attore che vi recita – tranne Ricardo Darín (forse visto in qualche telenovela) che qui interpreta ottimamente Simón a.k.a Bombetta (Bombita): un esperto di esplosioni che si vendica dei sopprusi inflittigli dall’azienda che si occupa di multare le auto in divieto di sosta nella sua città.

Che significa quel “Almodovar presenta”? Significa che i produttori della pellicola (chi ci ha messo i soldi) sono Agustín Almodóvar e Pedro Almodóvar.
La regia e la sceneggiatura, invece, sono dell’argentino Damián Szifrón.

La scheda di IMDb.com, quella di Wikipedia, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.

Pubblicato da Smeerch

A blogger, a dj

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *