Il mantenuto

Il mantenuto
di Ugo Tognazzi (Italia, 1961)
con Ugo Tognazzi, Ilaria Occhini, Mario Carotenuto,
Marisa Merlini, Franco Giacobini, Aldo Berti,
Mario Castellani, Franco Ressel, Pinuccia Nava,
Gianni Musy, Margrete Robsahm, Renato Mambor, Franco Ciuchini

Roma, primi anni 60. Stefano è un impiegatuccio single che lavora in un’azienda farmaceutica; ogni sera porta a spasso il cane. Daniela invece fa la prostituta e lavora nella stessa via in cui Stefano porta a spasso il cane.
Una sera Daniela si avvicina a Stefano perché ha bisogno di aiuto, vuole sbarazzarsi di altre due signorine che fanno il suo stesso lavoro e che vogliono rubarle la piazza. Stefano non rifiuta l’aiuto, anzi ne approfitta per attaccare bottone e accompagnare la ragazza in ospedale (lì dove la ragazza gli dice di lavorare).
Tra i due scatta subito una bella simpatia ma lui non ha affatto idea di quale sia il vero lavoro di Daniela. I due iniziano a frequentarsi, vanno insieme al mare e in men che non si dica nasce un certo sentimento. L’identità segreta di Daniela sarà la causa di parecchi fraintendimenti che finiranno per mettere nei guai Stefano. Infatti dapprima verrà scambiato per un protettore da un altro sfruttatore di ragazze e dalla polizia e infine verrà licenziato dall’azienda per cui lavora. Quando la vicenda sarà finalmente chiarita la ragazza, che ormai nutre nei suoi confronti un sentimento sincero, chiederà a Stefano di mettersi a lavorare insieme, ma l’orgoglio ha il sopravvento. Stefano rifiuta l’offerta sdegnato perché è disgustato dall’idea di diventare un “mantenuto”, anche se sotto sotto sa di voler ormai bene alla ragazza. A questo punto, ormai solo e senza lavoro, finirà per cedere alle lusinghe della sua padrona di casa, che nel frattempo è diventata vedova e non vede l’ora di allungare le mani sulla vita del bel giovane. Questa scelta, tristemente, lo porterà a diventare comunque un mantenuto in quanto sarà il “fortunato” compagno della titolare del grande supermarket in cui lavora.

Tognazzi interpreta Stefano, l’impiegato protagonista. Come sempre al meglio delle sue possibilità.
La bella Ilaria Occhini è Daniela, la prostituta co-protagonista. Il focus non è tanto sul suo lavoro – mai rappresentato, nonostante sia il punto centrale del racconto – quanto sul suo animo gentile e sui sentimenti sinceri che prova nei confronti di Stefano.
La straordinaria Marisa Merlini ha il ruolo della padrona di casa, la donna che fa di tutto per sedurre Stefano e portarlo sotto la sua ala protettrice.
Mario Carotenuto ha il ruolo del presidente dell’azienda per cui lavora Stefano, un tizio subdolo e un po’ laido ma sempre tanto cialtrone, quanto simpatico.
Il simpatico Franco Giacobini dà il volto al commissario che ritiene che Stefano sia un protettore di prostitute.
Gianni Musy è Nando Marcellini, il protettore delle prostitute che vorrebbero lavorare nella stessa via in cui esercita Daniela. Lo ricordate in questa famosissima scena del film “Compagni di scuola”?

La scheda di Wikipedia, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.