Le Iene

Le iene
(Reservoir Dogs)
di Quentin Tarantino (USA, 1992)
con Tim Roth, Quentin Tarantino, Harvey Keitel,
Steve Buscemi, Michael Madsen, Chris Penn, Kirk Baltz,
Lawrence Tierney, Edward Bunker, Randy Brooks, Steven Wright

6 malavitosi con nomi di fantasia e vestiti da beccamorto – più Rayban Wayfarer sul naso – sotto la guida del gangster Joe Cabot, e di suo figlio Eddie Il bello, tentano una rapina ad un importatore di diamanti, ma qualcosa va storto. Durante il colpo arriva la polizia e la missione si trasforma in carneficina. Tra di loro dunque c’è una spia. Ma chi ha tradito?

Il primo pulp movie di Tarantino, una pellicola diventata di culto e che ha dato il via ad un nuovo genere cinematografico.

Harvei Keitel stilosissimo, come al solito.
Roth e Buscemi al massimo della forma.
Michael Madsen più che a suo agio nel ruolo del mattoide sadico e sanguinario.
Ottima prova anche per Lawrence Tierney nei panni del vecchio ganster rabbioso che non le manda a dire.
Il più tamarro di tutti comunque è Chris Penn (fratello di Sean) con la sua mise da ladro di automobili; intepreta il figlio del boss.
Anche Tarantino si è ritagliato un ruolo nella parte di Mr. Brown, ossia uno dei sei partecipanti al colpo.
Di tutta la cricca, Edward Bunker (Mr. Blue) è quello che ha meno spazio.

Ovviamente questa non è la mia prima visione, ma certi film è sempre bene ripassarli di tanto in tanto.

Non sapevo che il italiano della prima distribuzione fosse “Cani da rapina”.

La scheda di IMDb.com, quella di Wikipedia, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.