Maestro

Maestro
di Josell Ramos (USA, 2003)

Chi era Larry Levan, lo storico dj del “Paradise Garage”? Da dove arrivava? Quando ha iniziato a cambiare i dischi? Chi l’ha messo su questa strada? Qual’era il modo in cui riusciva a “suonare” la musica? E quale tipo di musica? Quale la reazione della gente in pista? Di quali club ha avuto l’oportunità di gestire la consolle?
Questo documentario ripercorre la storia di un uomo chiave nella crezione di quella cultura/movimento che oggi definiamo “House Music” attraverso le parole della gente che ha avuto modo di conoscerlo, come Frankie Knuckles, Nicky Siano, David Mancuso, Louie Vega, Danny Tenaglia, Tony Humphries, François Kevorkian.
Particolarmente toccante la testimonianza di quest’ultimo, che ricorda quanto sia stato traumatico vedere tanta gente morire in quegli anni – e in pochissimo tempo – a causa di una miscela letale formata dall’abuso di droghe di vario genere, alcool e sesso non protetto.
Oltre che sulle sulle vicende dell’uomo (e dell’artista), la pellicola si sofferma anche su altri temi interessanti come la nascita di un nuovo genere musicale, la formazione di una nuova professione (il disk jockey), lo svilupparsi di nuove forme di ballo, l’apertura di un nuovo tipo di club (le prime vere discoteche), i mega impianti audio che dominavano questi posti, la tipologia di gente che li frequentava – ossia il meltin pot formato da diverse etnie, diverse abitudini sessuali e diversa estrazione sociale – e l’atmosfera che vi si respirava.

Larry Levan

Qui sotto potete vedere la prima parte di questo interessante film. Le altre sono recuperabili su YouTube attraverso il profilo dello stesso utente.

La scheda su IMDb.com