Pane, amore e...

Pane, amore e…

di Dino Risi (Italia, 1955)
con Vittorio De Sica, Sophia Loren, Tina Pica, Clara Crispo,
Mario Carotenuto, Antonio Cifariello, Lea Padovani, Pasquale Misiano,
Antonio La Raina, Virgilio Riento, Vittorio Pucci, Joka Berretty

Commedia tutta italiana del 1995, a colori e in cinemascope.
Il Maresciallo Cavalier Antonio Carotenuto (De Sica), ormai attempato, lascia i Carabinieri e il suo paesino per tornare nella sua città natìa – Sorrento – come Comandante della Polizia Municipale, che lui però preferisce chiamare “Metropolitana”. Con lui Francesca, detta Caramella (Tina Pica), l’anziana governante napoletana, sarcastica e brontolona, che gli è stata sempre a fianco.
Arrivato nel paese, la prima e più grande rogna di cui deve occuparsi è riavere la casa che gli appartiene, occupata durante la guerra da una giovane e avvenente donna – la pescivendola Sofia (Loren), nota in paese come “La smargiassa”. La sua famiglia ha già vinto una causa per il diritto a tornare in possesso dello stabile ma l’inquilina pare essere molto testarda e scaltra, oltre che conturbante.
Il fratello del Maresciallo, don Matteo, oltre a fare di tutto per tenere Antonio lontano dalle donne e dai guai, cercherà anche di mettere a posto la questione della casa. Prima dell’arrivo di suo fratello tenterà di fare da mediatore, poi cercherà di ricorrere allo sfratto esecutivo, ma quel farfallone di Antonio non vorrà sentir ragione: il suo cuore si metterà a battere da subito per la sfrontata Sofia, che, sin dal primo incontro, ha cercato appunto di sedurlo con chili di pesce, frutti di mare e tantissima sensualità.
Il problema è che questa affascinante e ruspante ragazzona – vedova da un anno circa, ma ancora in lutto – è da tempo corteggiata da un bel giovane umile e onesto, ma disoccupato, tale Nicolino (Antonio Cifariello) che le dà anche una mano con la pescheria.
Il dilemma per lei sarà dunque scegliere tra: amare finalmente alla luce del sole il giovane e aitante Nicolino oppure accasarsi con l’anziano dongiovanni e mantenere la casa (oltre a garantire un posto fisso a Nicolino tra le fila delle guardie municipali).
Sofia, inoltre, non è l’unica donna che fa perdere la testa al bel Comandante. La giovane donna che lo ospita gentilmente in casa – Donna Violante Ruotolo – pur essendo tutta casa e chiesa, e noiosamente morigerata, si è segretamente invaghita del brizzolato latin lover per cui non aspetta altro che questi le chieda di fidanzarsi.
La scena più significativa del film – che è anche rimasta in un certo senso nella storia del Cinema Italiano – è quella in cui Sophia Loren e Vittorio De Sica, ormai fidanzati ufficiosamente, ballano un mambo davanti agli occhi di tutti. La potete vedere qui sotto.

Nota: il film fa parte della quadrilogia “Pane, amore e…” con protagonista Vittorio De Sica nei panni del Maresciallo Antonio Carotenuto. Si tratta del terzo della serie, preceduto da “Pane, amore e fantasia” e “Pane, amore e gelosia” e seguito da “Pane, amore e Andalusia”. Nei primi due la co-protagonista femminile fu Gina Lollobrigida, mentre nel quarto episodio quella parte fu di Carmen Sevilla.

La scheda di Wikipedia, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.