Fantastic Mr. Fox

Fantastic Mr. Fox

di Wes Anderson (Usa, 2009)
con le voci di: George Clooney, Meryl Streep, Owen Wilson,
Bill Murray, Jason Schwartzman, Willem Dafoe, Jarvis Cocker,
Wes Anderson, Michael Gambon, Karen Duffy, Helen McCrory

Questa non è propriamente una fiaba ma potrebbe esserlo sotto alcuni aspetti. Prendendo spunto da un racconto di Roal Dahl, Anderson utilizza la tecnica dell’animazione per raccontare ancora una volta le dinamiche famigliari di un gruppo di persone alquanto atipiche, speciali, anzi “fantastiche”. E lo fa scegliendo come protagonisti degli animali antropomorfizzati, o meglio bestie che vivono sotto terra – per la precisione.

Il protagonista di questa viceda è Mr. Fox, ossia una volpe capofamiglia che non riesce a tenere sopite le sue peculiarità belluine. Nonostante infatti abbia promesso a sua moglie (anch’ella volpe) di smettere di rischiare la propria vita per rubare galline e altro cibo, riprende quest’attività illecita, che tanto lo diverte e lo soddisfa, mettendo irresponsabilmente in pericolo non solo il suo nucleo familiare ma anche l’intera comunità di bestie che, come lui, vivono parte della loro vita nascoste in tana.
Oltre questo primo grado di lettura, si possono scorgere nel racconto anche altri interessanti aspetti, come:
1. lo spirito di comunità, che a volte può essere di grande aiuto, soprattutto nelle situazioni difficili;
2. la difficoltà dei rapporti tra un padre e figlio – in questo caso l’uno è troppo distratto, preso com’è dai suoi piani, dall’apprezzamento della sua invincibile scaltrezza, e pieno di aspettative verso la prole, mentre l’altro (di nome Ash) è un teenager frustrato, che non riesce a catturare l’attenzione e la stima dei suoi genitori, mentre vive in continuo conflitto con Kristofferson, un cugino dalle straordinarie doti che riscuote le simpatie di tutti;
3. l’ingordigia dell’uomo ottuso, che può portare alla distruzione della fauna e quindi – per estensione – anche dell’intera Natura.

Dunque “Fantastic Mr. Fox” è un racconto a sfondo naturalistico? Anche, ma non solo. Potremmo dire che si tratta di una di quelle godibilissime commedie “family-related” tipiche del cinema di Anderson, che in questo caso si permette un’incursione nei territori dell’animazione e della Wild Life.
Voto: 7 e mezzo. Mi sono divertito molto, come sempre quando guardo una pellicola di questo regista.

Nota personale: “Fantastic Mr. Fox” l’ho visto in originale – sottotitolato – e consiglio a tutti di fare altrettanto, al fine di godersi anche il lavoro fatto dagli attori che hanno dato la voce ai personaggi, senza nulla togliere ai doppiatori italiani.

La scheda di IMDb.com, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.