Lamento di una maggiorata
di Simona Siri
Tea – Collana Narrativa Tea, 2012
183 pagg. – 10,20 Euro

L’autrice approfitta del tema “seno grande” per raccontare i suoi primi 30 anni di vita. Un racconto molto sincero sulla sua formazione come giovane donna. Dagli anni della scoperta del sesso, ai rapporti più o meno duraturi con membri dell’altro sesso, passando per l’amore per la danza classica, i vari tipi di reggiseno, gli studi all’estero, l’esperienza in una redazione londinese, il trasferimento a Milano, ecc.
Il fil rouge rimane una quinta abbondante, portata come unico comune denominatore di tutte le vicende e narrata da un punto di vista pressoché psicologico, ma tutt’altro che noioso. Un po’ uno spaccato di come si vedono le ragazze che sono diventate grandi a cavallo tra i due millenni e di come invece le vedono gli uomini.
Testo gradevole da leggere in poche ore. Io l’ho letteralmente divorato mentre mi recavo al lavoro in metropolitana. Il tono è molto schietto e leggero, la prosa è agile e molto chiara – come del resto tutti i pezzi che l’autrice scrive. Ne approfitto per linkarvi il suo blog, dove ripubblica gran parte degli articoli che scrive sul cartaceo. Particolarmente consigliata la saga “Vogliamo la favola”.
Destinato ad un pubblico di donne tra i 20 e 40 anni. Anche qualche uomo, comunque, potrebbe non disdegnare di “buttarci un occhio”.

La scheda di Bol.it e quella di IBS.it.