Com'è bello far l'amore

Com’è bello far l’amore
di Fausto Brizzi (Italia, 2012)
con Fabio De Luigi, Claudia Gerini, Filippo Timi,
Giorgia Wurth, Virginia Raffaele, Michele Foresta, Michela Andreozzi,
Lillo Petrolo, Margherita Buy, Enzo Salvi, Franco Trentalance

Commediuccia estremamente frivola e leggera a tema sesso che si regge quasi esclusivamente sulla simpatia di Fabio De Luigi. Niente di scabroso, intendiamoci; è pur sempre una commedia sentimentale all’italiana, per cui tutto quello che poteva essere edulcorato lo è stato.
Andrea e Giulia sono una coppia sulla quarantina con qualche problema a letto. Certo, si vogliono molto bene – hanno anche un figlio teenager con i primi problemi di cuore – ma tra le lenzuola ormai hanno perso lo smalto di una volta. A ravvivare il loro tran tran arriva un amico storico di lei dagli USA – tale Max – che di mestiere guarda caso fa il porno attore, anzi la pornostar. Con l’arrivo di un vero professionista del sesso sotto il tetto coniugale le cose sono destinate a cambiare. Difatti Max, sebbene venga vissuto inizialmente da Andrea come un ospite-co-inquilino indesiderato, farà di tutto per evitare che la relazione dei due non naufraghi a causa dello scarso interesse sessuale che ormai i coniugi provano l’uno nei confronti dell’altra.

Di Fabio De Luigi ho già detto. Faccia buffa e mimica irresistibile. Lo trovo simpaticissimo da sempre, sin da quando imperversava negli studi di Mai Dire Gol. Interpreta Andrea.
Claudia Gerini invece è Giulia, sua moglie. La trovo perfetta per le commedie. Una delle poche attrici italiane belle e credibili davanti alla macchina da presa. Sembra recitare con estrema spontaneità e senza grosse difficoltà nei ruoli brillanti. Tra le altre cose rimane una donna estremamente affascinante e piena di brio.
Filippo Timi non è affatto crebile nei panni del pornodivo, a cominciare dalla voce. So che piace a molte donne, ma non ha lo stile – e forse nemmeno il phisique du role – per un tale personaggio. Certo, è un po’ rozzo, ma forse è l’unico elemento che lo può accomunare alla categoria degli attori hard.
A Mister Forest e Michela Andreozzi i ruoli di due ex coniugi che continuano a vedersi esclusivamente per fare sesso.
Giorgia Wurth interpreta una porno attrice originaria dell’Europa dell’est. Già in passato ha recitato nei panni di Ilona Staller (nella fiction “Moana”); che sia stata scelta dunque per questo?
La simpatica Virginia Raffaele è appunto simpaticissima nel dare il volto e le fattezze a una colf giovane ma racchia di origini sudamericane, una tipetta molto loquace che perde la testa per il suo datore di lavoro a causa di un profumo pieno di feromoni di scimmia.
Eleonora Bolla è molto giovane e caruccia. Suo il ruolo dell’amica del cuore per cui Simone (il figlio teenager interpretato da Alessandro Sperduti) perde la testa.
Enzo Salvi ha solo un cammeo: interpreta lo spettatore tamarro (ovviamente romano) di un club a luci rosse, che urla frasi oscene davanti all’estemporaneo spogliarello di Giulia.
Piccola apparizione anche Lillo di Lillo e Greg: recita la parte di un farmacista invadente che vuole cercare di vendere a tuttii costi qualche prodotto imbarazzante a un imbarazzatissimo Andrea.
Anche il porno attore Franco Trentalance appare in questa pellicola ma non apre nemmeno bocca. Trattasi di mero avvistamento, una comparsata da poco.
Voto globale: meno della sufficienza. Il film mi ha divertito? Beh, non proprio. Poco. Diciamo pure che, se De Luigi non avesse avuto il ruolo di protagonista, non avrei riso praticamente mai. Le situazioni banalotte, grottesche e poco verosimili non aiutano.

La scheda di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.