I Love You, Man

di John Hamburg (Usa, 2009)
con Paul Rudd, Rashida Jones, Jason Segel, Lou Ferrigno,
Sarah Burns, Jaime Pressly, Jon Favreau, Jane Curtin,
J. K. Simmons, Andy Samberg, Jean Villepique, Aziz Ansari

Niente di speciale. Una commedia sentimentale americana, come tante altre. L’unica differenza è che in questo caso il protagonista è uomo e il tema dominante è l’amicizia.
Peter (Paul Rudd) e Zooey (Rashida Jones) sono giovani e belli e si amano. Presto convoleranno a nozze. Lui è un agente immobiliare trentenne che ambisce a far carriera con l’obiettivo e breve termine di mettere un po’ di soldi da parte per la cerimonia. I due fidanzatini sembrano felici ma poche settimane prima del matrimonio Peter si accorge di non poter invitare nessuno in qualità di testimone poiché non ha amici veri. Dunque si mette alla ricerca di un “amico del cuore” e, dopo tre o quattro tentativi, riesce persino a trovarlo. Solo che questo ragazzo, Sydney, non è propriamente un tipo comune, anzi è molto buffo, parla in modo schietto e diretto e fa una vita alquanto dissoluta, tanto da sembrare quasi un freak. Inizialmente il rapporto tra Peter e Sydney sarà tutto rose e fiori ma, non appena Zooey – che pure aveva spinto suo marito a trovarsi un “best friend” – dichiarerà la propria gelosia, le cose cambieranno radicalmente. Ma non preoccupatevi perché il lieto fine non può mancare, infatti tutto si sistemerà per il meglio, addirittura proprio il giorno delle nozze, grazie allo spirito d’iniziativa della sposa, che inviterà Sydney al matrimonio, senza dirlo a Peter.
Niente da eccepire per gli attori: risultano tutti abbastaza bravi, simpatici e nella parte.
Se il viso di Paul Rudd dovesse dirvi qualcosa sappiate che ha recitato per diverse puntate nella serie tv Friends (in qualità di ragazzo di Phoebe) e in qualche film come “Troppo incinta (Knocked Up)”.
Jason Segel è buffo. Non fa sbellicare dalle risate ma la sua è di certo una faccia abbastanza simpatica.
Rashida Jones ha il ruolo della fidanzatina carina e ci riesce benissimo perché… è carina. Le lentiggini sul suo naso sono il suo punto di forza. Tanto originali, quanto “cutie”.
Jaime Pressly è una superbionda supersexy nel ruolo della migliore amica della sposa e della fidanzata di un maleducatissimo Jon Favreau (sì, è lui il regista dei due film su IronMan).
Alquanto divertenti le piccole apparizioni di Lou Ferrigno che qui interpreta se stesso.
Per J. K. Simmons, invece, sono un paio di piccoli cammei in qualità del padre dello sposo.
Voto: 6. Film buono nel caso in cui siete chiusi in casa con la vostra ragazza ad annoiarvi e non sapete cosa guardare in tv. P.S.: la vostra lei, comunque, dovrebbe essere una romanticona supersmielata.

La scheda di IMDb.com, quella di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.