Il Grande Elenco Telefonico della Terra e pianeti limitrofi (Giove escluso)
di Gianluca Neri
2010, BUR (Biblioteca Universale Rizzoli) – Collana 24/7
pagg. 291 – Euro 9.50

Romanzo di fantascienza molto buffo e divertente; l’ironia no-sense che lo contraddistingue è palesemente – e dichiaratamente – ispirata alla serie di romanzi di Douglas Adams, capeggiata da “Guida galattica per autostoppisti”, di cui l’autore è grande fan.
2054. Un alieno arriva sulla Terra accompagnato da tutta la popolazione del suo pianeta d’origine. Sebbene il nostro mondo sia stato venduto a loro, qui ad attendere i nuovi padroni, pare non sia rimasto nessuno. L’unica cosa che i nuovi titolari alieni possono fare è telefonare al numero che hanno trovato su di un cartello gigante. Dunque, sperando di trovare un responsabile dell’agenzia immobiliare che ha venduto la Terra, uno di loro, una specie di alieno prescelto che parla la nostra lingua, telefona ma dall’altra parte della cornetta trova a risponderegli un incredulo ragazzo inglese del 2010. In altre parole l’alieno ha usato una cabina per fare una telefonata nel passato, una cosiddetta “Time Call”.
La storia inizia così e si dipana in maniera alquanto lineare, seppure ci siano dei salti temporali, mettendo in risalto tutte le contraddizioni del presente del ragazzo terrestre con lo strambo futuro vissuto, e soprattutto raccontato, brillantemente dall’alieno che ha effettuato la chiamata.
La cosa buffa è che leggendo il testo, e conoscendo l’autore di persona, è impossibile non identificarlo con il protagonista. Certo Gianluca Neri non è inglese ma, ad esempio, è un grande fan di Jessica Alba, esattamente come il tizio inglese che, quando alza la cornetta, si trova a conversare un alieno che chiama dal futuro.
Una curiosità: il romanzo è stato pubblicato su Facebook man mano che veniva scritto. O meglio: non tutti i capitoli sono disponibili online ma i primi sono stati pubblicati proprio dall’autore in corso d’opera, un po’ per sperimentare questa specie di pubblicazione, un po’ per puro spirito di condivisione, un po’ per ricevere feedback diretti ed immediati, un po’ per stimolare la curiosità dei suoi contatti – che poi, in effetti come nel mio caso, sono diventati lettori. È stato proprio così, infatti, che mi sono appassionato a questa storia. Diciamola tutta: forse il romanzo l’avrei acquistato ugualmente, perché Gianluca scrive cose interessanti, con i testi ci sa fare e poi ormai lo considero un amico ma, dopo aver iniziato a leggere, questo aspetto personale è passato decisamente in secondo piano. Non per nulla, appena completata la lettura, mi sono precipitato in libreria ad acquistare una seconda copia di questo romanzo che poi regalerò a mio nipote quindicenne. A proposito: questa è un’ottima lettura anche per ragazzi. Sono sicuro che anche chi ha meno di 20 anni ci mette pochissimo, due o tre pagine al massimo, ad appassionarsi ai due protagonisti di questa incredibile storia.
Consigliatissimo a tutti. Un must per quelli che il 25 maggio di ogni anni se ne vanno in giro con un asciugamano.

La scheda di Bol.it e di Internet BookShop.