Hermes Terre D'Hermès

Sabato pomeriggio sono stato da Sephora, in via del Corso a Roma. Cercavo un nuovo flacone di Dior Higher ma non l’ho trovato. Finito.

Ieri sera, passando dalla stazione Termini, mi sono fermato in un altro punto vendita, quello della galleria commerciale sotto la stazione, ma anche lì nisba. Niente. Non c’era, finito. Ho passato quindi almeno 20 minuti di grande indecisione a provare una decina varietà di profumi sui deliziosi talloncini di cartone bianco candido. Non ho trovato nulla che soddisfacesse appieno il mio interesse olfattivo.
Stavo quasi per ripiegare verso un’altra fragranza Dior, quella denominata “Intense” quando m’è venuta l’idea di chiedere a una commessa la conferma che il profumo che io cercavo fosse effettivamente indisponibile. E così era.
A questo punto sono capitolato. Di deodorante Dior Intense era rimasto solo un flacone non perfettamente sigillato, per cui la gentile commessa mi ha sconsigliato di prenderlo. Ero un po’ stufo. Volevo comprare un profumo, così ho chiesto aiuto. Ebbene sì: l’ho fatto. Ho chiesto aiuto ad una commessa di Sephora ma devo ammettere che non è andata male. Anzi, è andata proprio benissimo. La tipa mi ha consigliato qualche fragranza. Tra queste anche Dior Fahrenight che, chissà perché, cercano di rifilarti in tutte le profumerie. Scartato immediatamente.
In conculsione: al terzo tentativo, appena ho messo il naso sul talloncino di Terre d’Hermès, ho deciso che avrei preso quello. E così è stato.
L’ho comprato: 24,50 Euro. Un flacone di deodorante dal 150 ml. Spero duri altri 6 mesi come il precedente.