Torre dell'orologio - Riva del Garda

Lo scorso weekend sono stato a Riva del Garda (Tn) per la BlogFest 2009. Mi sono divertito molto, forse anche più dello scorso anno. Difficile però scrivere un post che riassuma tutta l’esperienza e soprattutto riesca a trasmettere le sensazioni che ho provato durante quei giorni.
Provo allora a scivere dei pensieri alla rinfusa. Tutto quello che non dimenticherò.

La sorpresa di trovare altri Blogfesters sulla scaletta dell’Eurostar Roma-Rovereto.
Le chiacchiere alla stazione di Rovereto in attesa che arrivsasse il 301 per Riva.
La piccola gatta di peluche senza bocca regalata al Sir.
La divertentissima diretta della cerimonia di premiazione dalla Rocca.
L’emozione nel rileggere il miglior post dell’anno per il podcast di RadioNation.
La timidezza nel presentarsi a gente di cui conoscevi solo il nick ma non la faccia.
Il grande impegno che Bambolescente e Silvia hanno messo nel FoodCamp.

La scontrosità dei controllori delle autolinee del Trentino e l’assurdità del loro sistema di biglietti e pagamenti.
La soddisfazione nel vedere finalmente dal vivo una puntata di Sabato Notte – anche se era venerdì.
I sorrisi che mi hanno regalato auro e Vanz ogni qual volta li incrociavo.
I blogger che vengono a presentarsi e ti chiedono se sei “Smeerch”.
L’inaspettata simpatia di LiveFast e Ilenia Serendipity.
Le chicchiere intolleranti di due vecchie sciure bresciane, origliate sulla panchina della stazione del bus.

La buffa conquista di una temporanea ed immeritata stima nel preparare cocktail analcolici.
L’umorismo austero ma sempre pronto di Tarasconi.
La voglia di divertirsi che era palpabile nell’aria.
La foto alle 3 Marte.
I buffi aneddoti di Gianluca e Rob sulla nascita, sulla vita e sulla morte di Clarence.
La bontà del pane fatto in casa dall’Albergo Virgilio.
La nostalgia per le vecchie BlogFest (anche quasi da parte di chi non vi partecipò).
Gli scatti fotografici rubati a destra e a manca.
La complicità radiofonica con Fran e Daniela elle.
La stanchezza, le poche ore di sonno e il continuo bisogno di cibo.
La citazione dei blogger assenti e di cui si sentiva la mancanza.
La felicità nell’assistere alla doppia premiazione di RadioNation.
L’entusiasmo di Gatto Nero.
L’apparizione di facce che non ti aspettavi fossero lì.
Il cenone a base di stinco e carrè in piazza delle Erbe con decine di blogger.

Il sudore e i balli scatenati al ritmo della musica selezionata da Fabio de Luca.
La forza d’animo della direttora.
L’inaspettato clima di Riva del Garda e l’andarsene in giro in maglietta sino alle 2 di notte.
Lo stetoscopio di Giuseppe MarkGreen.
La dolcezza di Maria “Sed Non Satiata”.
L’aspetto felice e bonario di Roberto Grassilli.
Le imitazioni di Matteo Bordone.
Le sfide alla Wii e al Nintendo DSi.
Il grande rispetto (meritato) che tutti portano a Keplero e a Zio Bonino.
I complimenti di Cimny.
L’ottimo speech sulle bufale fotografiche di Gualtiero al PhotoCamp.
I “frollini frettolosi” di Semerssquaq, comprati all’EroticCamp per supportare la Lila.
Il libro di Giulia B., finito in treno proprio mentre mi dirigevo a Riva.
Il fascino di Stark.
La simpatia di Dania e Dadevoti.
Le foto di Rebecca davanti alla fontana.
La complicità con Giulia B., Colas e Mae.
Le scarpinate notturne verso l’albergo sulla statale.
La difficoltà notturne con la toponomastica di Riva.
Il misterioso fascino di Irrisolta.
La gentilezza e disponibilità di Assimo.
Il brio danzereccio di SimplyGiulia.
Lo sbattimento organizzativo di Ilaria e Gianluca.
La diretta di SmeercHouse dalla tensostruttura.
La grigliata di carne e i pranzi e le cene al self service.
L’infinita energia positiva di Beggi.
Le discussioni sulle scelte musicali con SuzukiMaruti.
La simpatia di Sem e della famiglia Pesce tutta.
Le pernacchiette che venivano fuori dalla carrozzina di Diamara.
Il sorriso complice di Sara Maternini.
?????? ????? ????
La sexy mise di Cinzia Spanò.
Le difficoltà nel far comunicare i poken appena acquistati.
Le risate post-prandiali sui tavoloni da picnic del Palameeting.
I discorsi seri durante il pranzo con Tommaso Sorchiotti. ?????? ????? ????

La fetta di sacher con panna sotto i portici.
La voglia di fare e il buonumore perenne di Marco Massarotto.
I litri di bevande gassate bevute nell’arco di tre giorni.
La posa per la foto collettiva del progetto Organirama.
La pennichella sui coloratissimi Fatboy.
L’autografo su “Nudo d’uomo con calzino”. ?????? ????? ????
La foto con i ridicoli occhialoni di cartone, scattata da Luca Sartoni appena sono arrivato alla Rocca.
La gentilezza di Suz, Gaia e il Precario nel rendermi partecipe dell’avventura afterparty.
Gianluca Neri in giacca grigia e camicia blu.
L’aria spensierata de Lapaolina.
L’ospitalità di Marco Camisani Calzolari.
La bontà e la schiettezza di Alessio Bragadini.
I miliardi di scatti eseguiti da Ialla.
La perpetua atmosfera da villeggiatura che pervade Riva del Garda.