La donna esplosiva (poster)

La donna esplosiva
(Weird Science)

di John Hughes (Usa, 1985)
con Kelly Le Brock, Ilan Mitchell-Smith, Anthony Michael Hall,
Bill Paxton, Vernon Wells, Robert Downey Jr.,
Suzanne Snyder, Judie Aronson, Robert Rusler,
Britt Leach, Barbara Lang, Ivor Barry

Un film culto per tutti i ragazzi (maschi) nati nella seconda meta degli anni ’70.
Una commediuccia senza pretese che per il solo fatto di essere stata trasmessa migliaia di volte in tv è diventata notissima. La protagonista è Kelly Le Brock, quella ragazza stupenda che negli anni ’80 da essere modella passò al cinema dove, però, realizzò solo pochissime pellicole. I più la ricorderanno sicuramente al fianco di Gene Wilder nel famoso “La signora in rosso”. Che cosa ha fatto dopo? Dove è finita adesso? Ce lo chiediamo ancora.
“La donna esplosiva” racconta di due sfigati ragazzi americani (quasi sedicenni) che, avendo una disperata ‘fame’ di ragazze finiscono per costruirsi da soli una donna (una vera bella donna con tutte le cosine apposto) attraverso l’uso del computer – un home-computer tipo Commodore 64. Immaginatevi dunque uno di quei tipici film americani da cassetta per teenagers. Una specie di fusione tra “Voglia di vincere”, “War Games”, “Frankenstein”, “Aladino e il genio della lampada” e “Mary Poppins”. Sì, proprio Mary Poppins, perché la donna delle meraviglie progettata dal computer, più che soddisfare il loro appetito sessuale, cercherà in tutti i modi di infondere nei ragazzi fiducia in se stessi e di spingerli tra le braccia di due coetanee compagne di scuola. Riuscendovi, ovviamente.

Il regista è lo stesso di “Flubber”, della trilogia di “Beethoven”, dei vari “Mamma ho perso l’aereo, di “Io e zio Buck”, di “Dennis la minaccia”, ecc. Dunque una specie di veterano della commedia per tutta la famiglia, di quei film per ragazzi la cui visione non è osteggiata dai genitori. Una certezza.
Da segnalare la presenza di un giovanissimo Robert Downey Jr. nei panni del giovane studente antipatico, il tipico attaccabrighe tutto pieno di sé, ossia lo sbruffone che se la prende con i più deboli.

La scheda di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.