Babel (cover)

Babel
di Hector Luis Belial

prefazione di Francesco Lucioli
Subway – 1 Racconto ouroborus borghesiano da 6 fermate

Una metonimia sulla condizione dell’uomo, inteso come eterno schiavo (anche di se stesso). Una voce dal basso, uno qualunque degli operai, fa da voce narrante e racconta i giorni mitologici della costruzione della famosa torre dei mille linguaggi. Destinata sin dal principio a crollare e ad essere perennemente ricostruita. Si potrebbe anche azzardare e definirla una fenice di pietra che non potrà mai volare. Protesa verso l’alto ma ostinatamente ancorata alla terra. Ambiziosa e pesante ad un tempo.
Racconto un po’ pretenzioso ma tecnicamente valido. Di certo non è il migliore della serie 2008 ma – tutto sommato – non da buttar via.

Qui trovate il racconto nella sua versione integrale.