Cine1.it (logo)

Oggi mi è arrivata dalla Biancamano Comunicazioni un’email con l’invito ad iscrivermi a Cine1. Si tratta di un progetto pilota tutto italiano, un servizio per vedere online dei film in streaming. Gratis e, volendo, anche a tutto schermo. Basta solo iscriversi al servizio. Unico scotto da pagare è la visione di uno spot all’inizio di ogni pellicola.
Si definiscono “il primo sito Europeo di Video On Demand gratuito in streaming su internet”. La library al momento consta di 200 titoli, tra cui: “Turné”, “Paura e delirio a Las Vegas”, “Bronx”, “Canone inverso”, “Sex Crimes”, “Holy Smoke”, “Gallo Cedrone”, “Ovosodo”, “Camere da letto”, “Bagnomaria”, “The Game” e “La califfa”.
Al momento il servizio è in fase di test. Loro lo chiamano ‘market test’. Per il lancio ufficiale (Ottobre 2008) si augurano di arrivare a 500 mila utenti iscritti.
Le case di distribuzione che hanno già aderito al progetto sono la Mikado e la General Video.
Il modello di business che sottostà al progetto non mi è molto chiaro. Secondo me non hanno fatto bene i conti. Vi riporto qui in corsivo, una parte della email-newsletter che mi è arrivata:
«Se i numeri saranno confermati su una base di 2000 film e’ possibile immaginare i seguenti risultati: 200,000 click genereranno in media 200,000 euro al giorno, in teoria pari a 100 euro al giorno per titolo. Questo nuovo sistema potrebbe rapidamente diventare una delle maggiori fonti di entrate per l’industria cinematografica, compensando il gap finanziario derivato dalla riduzione degli investimenti televisivi nel cinema».

Io mi sono già iscritto. Intanto provo il servizio. Poi vi faccio sapere.

Aggiornamento: il sito è pieno di bottoni che invitano a scaricare Windows Media Player 11. A quanto pare bisogna avere questo software installato per visualizzare i film. Io ce l’ho già sul mio pc – proprio nella versione 11 – ma non sono riuscito a riprodurre alcuna pellicola finora. Ho provato con la bassa qualità, con l’alta qualità e con la qualità DVD ma non ci sono riuscito. Nulla. Errore: «Impossibile riprodurre il file. Il protocollo specificato non è supportato. Se è stato digitato un URL nella finestra di dialogo Apri URL, provare a utilizzare un protocollo di trasporto diverso, ad esempio http: o rstp:». Il protocollo segnalato dall’errore sarebbe l’MMS. Di buona volonta, ho anche provato con il software VLC (Videolan). In questo caso niente messaggio d’errore ma il player visualizza tutto male, malissimo, incomprensibile, a quadrettoni iper-pixellati. E completamente senza audio. Adesso provo a segnalare il problema all’amministratrore del sito. Mi sa che questo tipo di errori fossero già previsti.