The Jigsaw Man (poster)

Triplo gioco
(The Jigsaw Man)

di Terence Young (UK, 1983)
con Michael Caine, Laurence Olivier,
Susan George, Robert Powell, Charles Gray,
Michael Medwin, Morteza Kazerouni, Sabine Sun,
David Kelly, Patrick Dawson, Anthony Dawson, Eric Severeid

Film inglese di spionaggio tratto dal romanzo omonimo di Dorothea Bennett. La sceneggiatura è di Jo Eisinger.

Philip Kimberly, un alto dirigente dei servizi segreti inglesi, dopo una decina d’anni di asilo politico in Russia, viene rispedito in patria sotto false spoglie per recuperare un microfilm contentente la lista di nomi di agenti inglesi pagati dal KGB sin dal 1920. Prima del viaggio i servizi sovietici annunciano al mondo la morte del famoso agente per cause naturali, gli forniscono una faccia nuova (quella di Michael Caine) e una nuova identità. Dal quel momento in poi sarà per tutti Sergei Kuzminsky. Come ricompensa per la missione compiuta potrà godere di 2 milioni di Franchi svizzeri depositati presso il conto corrente di in una banca elvetica.
Le cose però non vanno come i russi sperano. Non appena tocca il suolo inglese, Kimberly fugge e riesce a mettersi in contatto con un suo vecchio amico, nonché collega: l’ammiraglio Gerald Scaith (Laurence Olivier). Da questo momento in poi il fuggitivo sarà sempre in pericolo di vita. Gli daranno la caccia sia le spie russe che quelle inglesi, più la polizia britannica che lo crede un semplice agente di commercio dell’URSS. Nella vicenda rimarranno anche coinvolti la figlia di Kimberly (un’affascinante Susan George) e il suo ragazzo Jamie Fraser, giovane spia dell’MI5 interpretata dal riccioluto Robert Powell.
Laurence Olivier se da un lato conferisce autorità ed esperienza al suo personaggio dall’altro spesso sembra recitare un tantino sopra le righe, con delle uscite concitate, volgarità e battutine di spirito fuori luogo.
Michael Caine è forse uno degli attori con più classe (tra tutti quelli viventi). Ad ogni modo qui sembra un po’ troppo bolso per recitare il ruolo del grande agente segreto. Anche se qui gli si chiedeva di interpretare un ultra sessantenne che si finge 45enne a tratti appare troppo anziano anche per quest’età.
Nonostante la cosiddetta Guerra Fredda si terminata da una ventina d’anni, fa sempre un certo effetto vedere film di questo genere. Il mio piacere non muta. Oggi come allora trovo queste pellicole davvero gradevoli. Certo “The Jigsaw Man” non è il top ma rende abbastanza l’idea.

La scheda di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.