Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno

Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno

di Luciano Salce (Italia, 1974)
con Paolo Villaggio, Eleonora Giorgi,
Antonino Faà Di Bruno, Gimmi il Fenomeno,
Orchidea De Santis, Lila Kedrova, Renato Chiantoni,
Vittorio Fanfoni, Carla Mancini, Enzo Spitaleri

Commedia grottesca con protagonista Paolo Villaggio in cui si narrano le vicende del trentadueenne Fernando (detto Didino), un giovane che vive ancora con sua madre e di cui ne è totalmente succube. L’uomo è talmente schiavo delle attenzioni e del comando di sua madre da avere gravi problemi con la sua sessualità. Spesso frequenta cinema porno, legge riviste per soli uomini e ordina bambole gonfiabili per corrispondenza ma pare non riuscire ad avere un rapporto sessuale in alcun modo. Il suo vecchio zio (interpretato da un bravissimo Antonino Faà di Bruno) cerca anche di procurargli un incontro con una prostituta (la scena più esilarante di tutto il film) ma anche questo andrà fallito, così come i vari tentativi di seduzione – molto insistenti – da parte della sua prosperosa cugina.

La situazione pare sbloccarsi nel momento in cui, morta la vecchia cameriera, arriva in casa una giovane serva, zoppa ma desisamente carina, che finirà per far perdere la testa a Didì, privandolo del suo blocco sessuale. Ne sboccerà anche un grande amore, che sarà però contrastato dall’anziana madre (altra superba recitazione da parte di Lila Kedrova).
Attenzione: questa è una commedia a tutti gli effetti ma il finale porta in scena un dramma enorme, cupo e morboso.
Film tratto dal romanzo “Nel giorno dell’onomastico della mamma” di Rafael Azcona e Luis Berlanga.
Soggetto e sceneggiatura di Luciano Salce, Sergio Corbucci e Massimo Franciosa.

La scheda di Cinematografo.it e quella di MyMovies.it.