mohorizonsremembertomorrow.jpeg

“Remember Tomorrow”
Mo’Horizons
(P) & (C) 2001 Stereo Deluxe – CD 0045722ste

I Mo’Horizons sono Ralf Droesemeyer e Mark ‘Foh’ Wetzler, un duo di produttori tedeschi la cui musica ho apprezzato subito. Sin da tempi non sospetti, sin da quando cioè il termine “lounge” non veniva usato a sproposito, né se ne abusava. L’attitudine lounge, comunque, non pervade la loro intera produzione musicale. Alcuni pezzi, come ad esempio Alive Tonight (traccia 12 di questo album) sono tutt’altro che da rilassamento, sono dance, nel senso più stretto del termine. Qualcosa il cui ritmo ti chiede a gran voce di alzarti e ballare.
Un album come “Remember Tomorrow”, masticato e digerito già da tempo, meritava l’acquisto. L’ingresso nell’archivio digito-legale gli spettava di diritto. Seconda produzione, dopo il “Come Touch The Sun” del 1999, raccoglie diverse sonorità tra l’electro e il latino. Sono gli stessi titoli dei brani, ancor prima dell’ascolto, ad indicarci il genere ed i ritmi da cui sono sostenuti: Bossa Nova, Cha Cha Cha, Boogaloo et cetera.
Pezzi da segnalare: un po’ tutti. Io non scarterei proprio nulla. Una citazione particolare però va fatta per “Hit The Road Jack”, trasformata per l’occasione in un mambo-swing dal sottotitolo “Pena Estrada”. Singolo che, qualche anno fa, attraverso la programmazione radiofonica, è arrivato ad un pubblico molto eterogeneo, anche a chi prima d’allora non aveva mai sentito parlare del duo di Hannover.
Altri due piccoli esempi: con la title track “Remember Tomorrow”, grazie ad un sitar rivitalizzato, si toccano lidi pseudo-indiani. “Dance Naked Under Palm Trees”, invece, è da considerarsi il pezzo perfetto per sorseggiare una Pina Colada (nel mio caso Virgin Colada) su di una spiaggia tropicale, oziando al dondolio di un’amaca.

La scheda del gruppo sul sito della Stereo Deluxe.
La scheda di Discogs.com.