Granarolo Squeeze & Go

Granarolo Squeeze & Go

Poco tempo fa l’ho visto in un carrello. L’aveva preso una signora con pargolo al seguito. Quando l’ho localizzato, qualche giorno dopo, nel banco frigo del supermercato Dì per dì (GS) non ho saputo resistere. Ne ho presi tre: due alla vaniglia e uno al cioccolato. Li vendono singolarmente. Al pezzo. Uno costa intorno agli 85 centesimi di Euro. Centesimo più centesimo meno.
Di che si tratta?  Ricorda vagamente il budino. E’ una specie di crema al cioccolato (o alla vaniglia). Non liquida ma quasi. Molto fluida. Da ciucciare direttamente dal boccuccio svitabile. Non ha bisogno di essere conservata in frigo – ma fredda io la trovo più gustosa.
E’ confezionata in una specie di Tetrapack morbido. A dirla tutta, il packaging è realizzato dalla Gualapack di Castellazzo Bormida (Al). Avete presente il contenitore del succo di frutta Tasky Yoga? Ecco. Esattamente quello.
Si, lo so: dalla foto sembra un prodotto per bambini e forse lo è pure. Ma chissenefrega! A me il budino è sempre piaciuto (senza creme cramel, please!) La vaniglia mi fa gola. Magari aiuta a sentirsi bambini.
Ho provato entrambi i gusti: vaniglia e cioccolato. Li trovo buoni ma – ovviamente – dei due preferisco il primo.
E’ squisito. L’avevo già detto?
Ho mangiato/bevuto lo Squeeze & Go anche al cinema. Lo trovo fantastico. Lo puoi portare ovunque. Sta in borsa… persino in tasca. Non ingombra e non sporca. Il tappo si avvita perfettamente. Direi che è quasi ermetico.
Questa mattina ne ho ingurgitato uno al cioccolato uscendo di casa, mentre andavo al lavoro.
Già lo so… è un alimento parassita: quest’estate si impadronirà del mio frigo.
Nota: nel sito ufficiale
Granarolo.it non c’è ancora alcuna informazione a riguardo. La foto che vedete in alto l’ho scattata io.