Melissa P.

Melissa P.

di Luca Guadagnino (Italia, 2005)
con Maria Malverde, Letizia Ciampa,
Primo Reggiani, Elio Germano, Fabrizia Sacchi,
Claudio Santamaria, Geraldine Chaplin

Questo film non mi è piaciuto. E’ liberamente ispirato al romanzo “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” scritto da Melissa P. (Melissa Panarello). Ma forse troppo liberamente.
Lessi questo romanzo mesi fa e
qui ne scrissi. Come voto, se al romanzo potrei dare un 7, al film di conseguenza darei sicuramente un 5. Mi spiace per Francesca Neri che era alla sua prima prova da produttrice. Magari andrà bene la prossima volta.
L’attrice che interpreta Melissa assomiglia molto alla scrittrice (o
presunta tale). Ma questo non è molto importante.
La sceneggiatura, curata tra gli altri dal’odiosa Barbara Alberti, indugia troppo sul rapporto nonna/nipote e su quello madre/figlia. La sofferenza della protagonista c’è ma è poco evidente, stessa cosa valga per il suo istinto autodistruttivo. La personalità tanto peculiare della Melissa sulla carta qui risulta sbiadita, slavata. Quasi che fosse una teenager come tante ce ne sono in Italia oggi. Le scene di sesso, quell’erotismo tanto sbandierato durante la fase di promozione, mi sono apparse volgari. E credetemi se vi dico che io sono tutt’altro che bacchettone. A momenti le parole scritte nel diario di Melissa P. per quanto frutto di
un possible ghost-writing, sanno suscitare un’eccitazione nel lettore molto più forte di quanto queste scene sul grande schermo riescano ad incutere un fremito di libìdo nello spettatore in sala.
La colonna sonora mi è sembrata decisamente inopportuna. Fuori luogo, insomma.
Sconsigliato.

Il sito ufficiale del film.
La scheda di
Cinematografo.it, quella di Film.Tv.it, quella di FilmUp Leonardo e quella di MyMovies.it.