Gmail: ecco il programma per la gestione della posta. Open source
Sviluppato un software per amministrare le email di Google in locale
(Nicola Bruno – www.itnews.it – 14/02/06)

Quanti saranno al mondo gli utenti che usano Gmail, il servizio di posta gratuita di Google? Milioni? Decine di milioni? Poco importa perché sicuramente questa cifra, qualunque essa sia, rappresenta già una massa critica, qualcosa che cioè crea interesse e soprattutto bisogni.
Un bisogno da soddisfare, ad esempio, è quello di utilizzare questo servizio senza dover necessariamente ogni volta aprire il browser, digitare l’Url e fare il login per poter controllare i messaggi ricevuti.
A questo deve sicuramente aver pensato Abiel Jaquez, un dicianovenne texano, quando ha deciso di realizzare ‘Gmailer XP’. Questa applicazione è un tradizionale client email esclusivamente dedicato alla gestione di account di posta elettronica che terminano per ‘@gmail.com’.
Sostanzialmente gli utenti, usando ‘Gmailer Xp’, possono fare tutto ciò che già fanno online via browser. Si può scaricare una copia di ogni messaggio presente sul proprio account Gmail che quindi, in locale, verrà organizzato ed etichettato proprio come sul server remoto. Disponibili anche – ovviamente – tutte le azioni presenti nella versione via web: archivia, sposta nel cestino, applica un etichetta, segna con una stella, cancella per sempre, segna come letta o da leggere, segnala come spam.
All’arrivo di una nuova email, l’evento viene segnalato da un palloncino che, se cliccato fa aprire il programma e indirizza l’utente direttamente sull’ultimo messaggio. Nell’interfaccia del software è comunque visibile l’intero corpo (il testo) del messaggio.
Anche tutti i filtri già creati sul server rimarranno invariati, anzi si potrà usare anche degli uteriori filtri in locale nel client stesso, dunque andare oltre i 20 che Gmail – pare – metta a disposione in remoto. Completa la gestione delle etichette anche in locale: possibile cioè crearne di nuove, rimuovere le esistenti o editarle. Stesso discorso per i contatti, col vantaggio di poterne fare un backup, ossia esportarli verso altri formati.
Via client sarà possibile anche modificare la password. Inoltre, in ogni momento nella schermata del programma sarà visibile la quota di spazio residuo ancora disponibile per la gestione dei messaggi di posta; Gmail, ricordiamolo, offre in partenza ben 2500 MB.
Nel momento in cui un utente scrive e spedisce una email, con Gmailer Xp’ questa va a salvarsi anche in remoto sotto la cartella ‘posta inviata’. Discorso diverso per le bozze che rimangono solo in locale, ossia sul proprio pc.
Jaquez, sviluppatore capo, così come i suoi collaboratori sembrano essere apertissimi al dialogo, tant’è vero che hanno già previsto diverse migliorie e upgrade del sotware, invitando anche gli stessi utenti a lasciare commenti, consigli e suggerimenti sul forum messo su all’uopo.
Il file d’installazione non è ancora disponibile. Presenti invece sui server di SourceForge.net i diversi file sorgente, pronti per essere usati da quanti vogliano partecipare a questo progetto a fonte aperta (open source). Qualche ‘smanettone’ consiglia comunque di scaricare i file sorgente ed installare il file ‘.exe’ presente nella directory ‘Gmailer/bin/GmailerXP’, se proprio si ha voglia di testare questo programma.