Si va dai primi, fantasiosi, disegni ai moderni sistemi
digitali che oggi sono la base dei navigatori satellitari