Ma che colpa abbiamo noi

di Carlo Verdone (Italia, 2002)
con Carlo Verdone, Margehrita Buy, Anita Caprioli,
Remo Remotti, Antonio Catania, Lucia Sardo

Ancora un film corale per Carlo Verdone. Ricorda molto “Compagni di scuola” soprattutto per le nevrosi ed i problemi che affiggono i personaggi del film. Buona interpretazione per tutti. Nutro alcuni dubbi sulla recitazione di Anita Caprioli: a volte è un po’ troppo “normale” per interpretare una studentessa ventenne afflitta da bulimia, difficoltà nei rapporti interpresonali, ecc.
Mi ha stupito che il film non si sia conluso con un alone di tristezza. Di solito i film di Verdone sono così cinici (dicono) che (pare) mettano amarezza. Ad ogni modo quest’ultimo lascia trasparire qualche speranza per i suoi protagonisti.
Peccato per alcuni personaggi che rimangono a margine della storia e il cui profilo non viene perciò tracciato accuratamente – vedi il gallerista omosessuale o il grasso suicida. Raffinatissimo il cameo di “Mr. Mamma Roma Addio”, ossia Remo Remotti, che qui interpreta con grande maestria il maggiordomo anziano che segue alla perfezione e con convinzione il compito affidatogli dal padre di Galeazzo.
Sulle luci, sulle inquadrature, sugli ambienti non mi permetto di esprimere giudizi poichè ho visto il film in versione “DivX screen”. Il tizio che ha effettuato la registrazione nel buio della sala cinematografica ha dimenticato di disinserire la funzione autofocus dalla sua videocamera per cui tante scene del film le ho viste completamente fuori fuoco.
Anche l’audio non era dei migliori. La colonna sonora però mi è sembrata molto bella, come sempre nei film di Verdone. Pare che sia lui in persona a scegliere i pezzi da inserire. Almeno così fu per “Sono pazzo di Iris Blonde”.